• Se è richiesta una preparazione specifica nei giorni precedenti, si raccomanda di seguirla scrupolosamente: è decisivo per la buona riuscita dell’accertamento clinico.
  • Su richiesta, per i bambini che devono sottoporsi alla risonanza magnetica con sedazione, è previsto un incontro con il medico anestesista alcuni giorni prima dell’esame: un dialogo per ottenere spiegazioni mirate, chiare e semplici anche attraverso l’uso di tecniche ludiche, per preparare il piccolo ad affrontare il controllo con serenità.
  • Per tutti gli altri utenti, il personale al centralino è a disposizione per rispondere ad eventuali domande, dubbi e richieste di informazioni sull’esame. Si ricorda inoltre che per pazienti claustrofobici è a disposizione la Risonanza Magnetica Aperta.
  • Subito dopo l’accettazione, vi inviteremo a recarvi in sala d’attesa per i minuti necessari a liberare la sala diagnostica. L’attesa può essere influenzata da molte variabili: ad esempio, non tutti i pazienti collaborano durante l’esame o presentano diagnosi facili, facendo così ritardare gli appuntamenti successivi. Ciononostante,  lo Studio Radiologico grazie ad una buona organizzazione del lavoro riesce, salvo casi eccezionali, a mantenere tempi d’attesa tra i più bassi in Italia: massimo 15 minuti per gli esami prenotati, che diventano 20 per quelli senza prenotazione. È possibile seguire in sala l’andamento delle chiamate dei pazienti su uno specifico monitor. Per un’attesa minore, si consigliano comunque le seguenti fasce orarie: dalle 12 alle 14.30 e dalle 18 alle 19.30.
  • Terminata l’attesa, un Tecnico Sanitario di Radiologia Medica (TSRM) vi inviterà ad accomodarvi nello spogliatoio e vi indicherà, a seconda dell’accertamento in questione, gli oggetti o i capi d’abbigliamento da rimuovere: si raccomanda di eseguire quanto richiesto con calma ed attenzione nonché di leggere attentamente il Consenso Informato sull’esame diagnostico prima della firma.
  • Per ottenere un buon esame radiologico è indispensabile la collaborazione del paziente: le radiografie mosse o mal centrate possono essere causa di errore diagnostico, perciò si raccomanda di rispettare l’immobilità assoluta e di trattenere il respiro quando richiesto.
  • In caso di ripetizione dell’esame o di una nuova esecuzione in diversa posizione, bando alle preoccupazioni: succede spesso,  per i più svariati motivi, non ultimo l’accuratezza del medico nel voler vedere meglio un particolare.
  • Il referto viene prodotto dal medico radiologo e consegnato nei tempi comunicati dall’ufficio accettazione. I tempi di consegna dei referti diagnostici possono subire notevoli variazioni in base alla tipologia di studio, al settore indagato ed al quesito diagnostico. I referti di Ecografia, Senologia, Elettromiografia ed Ecocolordoppler vengono consegnati in tempo reale. In media, per la Radiografia e la Mineralometria Ossea Computerizzata occorrono da uno a tre giorni, per la Risonanza Magnetica e Tomografia Computerizzata da 7 a 10 giorni.